News di mercato sul prezzo del petrolio: archivio

I prezzi sono leggermente scesi.

08.11.2011

A febbraio si voterà per il futuro della Grecia. L' attenzine
dei mercati è rivolta verso la Grecia e l' Italia. Molti commercianti
girano le spalle anche all' Italia, dopo la situazione in Grecia. I media
parlano di 1900 miliardi di Euro di debito in Italia. A causa di questa
valutazione negativa, i debiti saranno sempre più cari da rifinanziare,
dall' inizio dell' Euro. Non si prevede un futuro rose per l' Italia.
Belusconi si aggrappa alle ultime speranze, l' opposizione spera in un
futuro senza di lui al governo. Il programma di risparmio italiano sarà
controllato dal fondo eropeo. Anche la Francia ha reso noto il proprio
programma di risparmio. Non è ancora chiaro se riusiranno a metterlo in atto.

L' influenza politica sui prezzi continua. Non si riesce ancora a capire come
si evolverà la situazione. Oscillazioni sono probabili. Un barile di Brent per
fornitura a dicembre costava 114.39$, -16cts. Il prezzo per un barile di WTI costa
95.37ä (69.40 euro).

Un controllo regolare della cisterna è sempre importante. Ordini per tempo questo importante servizio. Per forniture urgenti (sono possibili dei supplementi) si metta in contatto con noi al numero 0844 000 000.

Per ottenere un’offerta per olio combustibile oppure per diesel, clicchi il seguente link:

Olio combustibile - Offerta / Ordinazione

Diesel - Offerta / Ordinazione

1 USD = CHF 0.9037
Situazione: 08.11.2011, prossimo aggiornamento: 09.11.2011

Le notizie di mercato si riferiscono allo sviluppo dei prezzi del petrolio. Il petrolio degli Stati Uniti è considerato un prodotto di riferimento a livello mondiale; L’andamento di questo prodotto domina di norma anche i prezzi dell’olio combustibile, del diesel e della benzina. L’andamento effettivo del prezzo in Svizzera tuttavia, può variare a causa di numerosi fattori concomitanti come i costi del trasporto, il trasporto via Reno non sempre disponibile e la quotazione del dollaro.

Copyright © 2017 Migrol SA