News di mercato sul prezzo del petrolio: archivio

I prezzi del petrolio nuovamente stabilizzati

05.01.2012

La Francia sta spingendo per le sanzioni contro l'Iran e gli Stati Uniti vogliono
garantire il trasporto di petrolio a tutti i costi - anche interventi  militari non
sono da escludere. Le trattative dei partner dell'UE sono già molto avanzate.   

I prezzi del petrolio sono aumentati drasticamente negli ultimi giorni.
La crisi del debito in Europa rallenta l'aumento in futuro. Anche per i prodotti
finiti come olio combustibile e benzina sono previsti possibili rialzi  di prezzi
nelle prossime settimane.

Il prezzo di un barile di Brent del Mare del Nord (159 litri) per la consegna
nel mese di febbraio è sceso a  113.67 dollari. Erano 3 centesimi in meno rispetto 
alla chiusura delle trattative del giorno precedente. Il prezzo di un barile della
qualità WTI è salito invece di 14 centesimi a 103.35 dollari.   

Un controllo regolare della cisterna è sempre importante. Ordini per tempo questo importante servizio. Per forniture urgenti (sono possibili dei supplementi) si metta in contatto con noi al numero 0844 000 000.

Per ottenere un’offerta per olio combustibile oppure per diesel, clicchi il seguente link:

Olio combustibile - Offerta / Ordinazione

Diesel - Offerta / Ordinazione

1 USD = CHF 0.9425
Situazione: 05.01.2012, prossimo aggiornamento: 06.01.2012

Le notizie di mercato si riferiscono allo sviluppo dei prezzi del petrolio. Il petrolio degli Stati Uniti è considerato un prodotto di riferimento a livello mondiale; L’andamento di questo prodotto domina di norma anche i prezzi dell’olio combustibile, del diesel e della benzina. L’andamento effettivo del prezzo in Svizzera tuttavia, può variare a causa di numerosi fattori concomitanti come i costi del trasporto, il trasporto via Reno non sempre disponibile e la quotazione del dollaro.

Copyright © 2017 Migrol SA