News di mercato sul prezzo del petrolio: archivio

Petrolio scende, l'olio combustibile sale

14.02.2012

Dopo che finalmente la situazione in Grecia si era tranquillizzata, i prezzi
del petrolio scendono dopo un inaspettato declassamento di altri sei paesi
dell'Euro dovuto alla valutazione dell'agenzia Moody. Poche settimane fa,
Standard & Poor, ha pronunciato la stessa sentenza devastante verso diversi paesi.
Questa volta oltre la Spagna sono colpiti anche l'Italia, Slovenia,la Slovacchia,
Portogallo e Malta. I prezzi di olio combustibile in Svizzera hanno registrato 
ancora un lieve aumento a causa di una forte richiesta.

Un barile (159 litri) di Brent del Mare del Nord per consegna a marzo costava questa
mattina 116.72 dollari. Sono 57 centesimi in meno rispetto al giorno precedente.
Il prezzo di un barile di WTI degli Stati Uniti (West Texas Intermediate)
è diminuito di 37 centesimi a 100.54 dollari.

Un controllo regolare della cisterna è sempre importante. Ordini per tempo questo importante servizio. Per forniture urgenti (sono possibili dei supplementi) si metta in contatto con noi al numero 0844 000 000.

Per ottenere un’offerta per olio combustibile oppure per diesel, clicchi il seguente link:

Olio combustibile - Offerta / Ordinazione

Diesel - Offerta / Ordinazione

1 USD = CHF 0.9186
Situazione: 14.02.2012, prossimo aggiornamento: 15.02.2012

Le notizie di mercato si riferiscono allo sviluppo dei prezzi del petrolio. Il petrolio degli Stati Uniti è considerato un prodotto di riferimento a livello mondiale; L’andamento di questo prodotto domina di norma anche i prezzi dell’olio combustibile, del diesel e della benzina. L’andamento effettivo del prezzo in Svizzera tuttavia, può variare a causa di numerosi fattori concomitanti come i costi del trasporto, il trasporto via Reno non sempre disponibile e la quotazione del dollaro.

Copyright © 2017 Migrol SA