News di mercato sul prezzo del petrolio: archivio

Leggera ripresa del petrolio

07.03.2012

Un inaspettato rilassamento nella disputa nucleare con l'Iran ha inciso  ieri
fortemente sul prezzo del petrolio. I cinque membri permanenti del consiglio di
sicurezza dell'ONU (Cina, Francia, Gran Bretagna, Russia, USA) nonché la Germania,
rapresentante estera Catherine Ashton, quale ha rinnovata la sua disponibilità a
negoziare. Questo, dopo che il presidente americano Barack Obama martedì aveva
confermato la sua posizione contro un attacco militare. Preoccupazioni per il
debito in Grecia e, deboli dati economici dalla zona euro e, l'umore cupo dei mercati
finanziari, frena anche la voglia di acquistare il petrolio sui mercati.

Un barile (159 litri) di Brent del Mare del Nord con consegna nel mese di aprile,
costava 122,32 dollari (€ 93.00). Sono 34 centesimi in più rispetto il giorno
precedente. Il prezzo di un barile di petrolio WTI è salito di 35 centesimi
a 105,05 dollari (79,87 €).

Consigliamo un regolare controllo della cisterna specialmente in questa stagione. Ordini per tempo questo importante servizio. Per forniture urgenti (sono possibili dei supplementi) si metta in contatto con noi al numero 0844 000 000.

Per visualizzare il prezzo attuale dell'olio combustibile tramite un'offerta online, la invitiamo a cliccare il seguente link:

Olio combustibile-Offerta / Ordine

1 USD = CHF 0.9177
Situazione: 07.03.2012, prossimo aggiornamento: 08.03.2012

Le notizie di mercato si riferiscono allo sviluppo dei prezzi del petrolio. Il petrolio degli Stati Uniti è considerato un prodotto di riferimento a livello mondiale; lo sviluppo del prezzo di questo prodotto di solito determina anche i prezzi dell’olio combustibile e dei carburanti. L’andamento effettivo del prezzo in Svizzera tuttavia, può variare a causa di numerosi fattori concomitanti come i costi del trasporto, il trasporto via Reno non sempre disponibile e la quotazione del dollaro.

Copyright © 2017 Migrol SA