News di mercato sul prezzo del petrolio: archivio

Grande pressione sulla BCE - Prezzi del petrolio invariati

31.07.2012
Oggi, nei primi scambi i prezzi del petrolio sono rimasti invariati. Esiste ancora la
speranza che la Banca centrale europea prende le misure appropriate per il soccorso,
così ha spiegato il presiedente della Banca Centrale Mario Draghi. La crisi dell'euro
è ora evidente anche altrove. La compagnia aerea irlandese Ryanair dovrà lasciare
nel prossimo futuro circa il 30 per cento dei suoi aerei a terra. Con i prezzi del
petrolio intorno a 100 dollari al barile, non ha alcun senso di far volare questi
aerei, così ha spiegato lunedì il capo della finanza della Ryanair.
 
Un barile (159 litri) di Brent del Mare del Nord per consegna a settembre questa
mattina costava 106.05 dollari. Sono 15 centesimi in meno rispetto al giorno
precedente. Il prezzo di un barile di WTI degli Stati Uniti (West Texas Intermediate)
è aumentato di 6 centesimi a 89,84 dollari.

Un controllo regolare della cisterna è sempre importante. Ordini per tempo questo importante servizio. Per forniture urgenti (sono possibili dei supplementi) si metta in contatto con noi al numero 0844 000 000.

Per ottenere un’offerta per olio combustibile oppure per diesel, clicchi il seguente link:

Olio combustibile - Offerta / Ordinazione

Diesel - Offerta / Ordinazione

1 USD = CHF 0.9787
Situazione: 31.07.2012, prossimo aggiornamento: 01.08.2012

Le notizie di mercato si riferiscono allo sviluppo dei prezzi del petrolio. Il petrolio degli Stati Uniti è considerato un prodotto di riferimento a livello mondiale; L’andamento di questo prodotto domina di norma anche i prezzi dell’olio combustibile, del diesel e della benzina. L’andamento effettivo del prezzo in Svizzera tuttavia, può variare a causa di numerosi fattori concomitanti come i costi del trasporto, il trasporto via Reno non sempre disponibile e la quotazione del dollaro.

Copyright © 2017 Migrol SA