News di mercato sul prezzo del petrolio: archivio

I prezzi del petrolio iniziano la nuova settimana di negoziazione in discesa

29.07.2013
Le preoccupazioni per l'economia cinese hanno smorzato la propensione al
rischio degli investitori. Quindi, i prezzi del petrolio sono più deboli
all'inizio della nuova settimana. La Cina è il secondo più grande paese consumatore
di petrolio nel mondo. Ora sta cercando di prendere le contromisure
e vuole chiarire l'enorme debito dei governi regionali, nonché il boom del credito.
 
Nei primi scambi, i prezzi del petrolio sono scesi. Un barile (159 litri)
di North Sea Brent per la consegna a settembre costava 106,95 dollari.
Sono 22 centesimi in meno rispetto alla chiusura delle contrattazioni il venerdì.
Un barile di USA West Texas Intermediate (WTI) costavano 104,17 dollari.
Erano 53 centesimi in meno rispetto il venerdì.

Consigliamo un regolare controllo della cisterna specialmente in questa stagione. Ordini per tempo questo importante servizio. Per forniture urgenti (sono possibili dei supplementi) si metta in contatto con noi al numero 0844 000 000.

Per visualizzare il prezzo attuale dell'olio combustibile tramite un'offerta online, la invitiamo a cliccare il seguente link:

Olio combustibile-Offerta / Ordine

1 USD = CHF 0.9279
Situazione: 29.07.2013, prossimo aggiornamento: 30.07.2013

Le notizie di mercato si riferiscono allo sviluppo dei prezzi del petrolio. Il petrolio degli Stati Uniti è considerato un prodotto di riferimento a livello mondiale; lo sviluppo del prezzo di questo prodotto di solito determina anche i prezzi dell’olio combustibile e dei carburanti. L’andamento effettivo del prezzo in Svizzera tuttavia, può variare a causa di numerosi fattori concomitanti come i costi del trasporto, il trasporto via Reno non sempre disponibile e la quotazione del dollaro.

Copyright © 2016 Migrol SA