News di mercato sul prezzo del petrolio: archivio

Prezzi del petrolio più bassi nei primi scambi

12.11.2013
I prezzi del petrolio sono scesi leggermente martedì mattina.
Secondo gli esperti, lo sviluppo ha a che fare con le vaste riserve
dei prodotti petroliferi negli Stati Uniti.
Da settimane, le scorte di petrolio nel più grande paese consumatore di 
petrolio sono al rialzo. Mercoledì, il governo degli Stati Uniti
pubblicherà la variazione delle rimanenze di magazzino della scorsa settimana.
Secondo gli esperti, è ancora previsto un aumento - persino con il più alto
dal giugno scorso. Scorte elevate indicano un calo della richiesta,
di conseguenza questo ha contribuito alle recenti riduzioni dei prezzi.


Un barile (159 litri) del Mare del Nord Brent con consegna a dicembre costava
106,18 dollari nei primi scambi. Il prezzo è sceso di 22 centesimi.
Un barile di USA West Texas Intermediate (WTI) è sceso di 29 centesimi a 94,85 dollari.

 

Consigliamo un regolare controllo della cisterna specialmente in questa stagione. Ordini per tempo questo importante servizio. Per forniture urgenti (sono possibili dei supplementi) si metta in contatto con noi al numero 0844 000 000.

Per visualizzare il prezzo attuale dell'olio combustibile tramite un'offerta online, la invitiamo a cliccare il seguente link:

Olio combustibile-Offerta / Ordine

1 USD = CHF 0.9194
Situazione: 12.11.2013, prossimo aggiornamento: 13.11.2013

Le notizie di mercato si riferiscono allo sviluppo dei prezzi del petrolio. Il petrolio degli Stati Uniti è considerato un prodotto di riferimento a livello mondiale; lo sviluppo del prezzo di questo prodotto di solito determina anche i prezzi dell’olio combustibile e dei carburanti. L’andamento effettivo del prezzo in Svizzera tuttavia, può variare a causa di numerosi fattori concomitanti come i costi del trasporto, il trasporto via Reno non sempre disponibile e la quotazione del dollaro.

Copyright © 2017 Migrol SA