News di mercato sul prezzo del petrolio: archivio

I Combattimenti in Iraq fanno salire i prezzi del petrolio

16.06.2014
La situazione critica per l'avanzata dei combattenti islamisti in Iraq
sta spingendo i prezzi del petrolio verso l'alto. L'Iraq è un importante paese
produttore di petrolio. I giacimenti di petrolio nel sud del paese sono stati
finora risparmiati. Se però i combattimenti si trasferissero li, non si escludono
probabili interruzioni di consegna. In questo caso, i prezzi del petrolio
salirebbero rapidamente.
 
 Nei primi scambi il prezzo di un barile (159 litri) di Brent del Mare del Nord
per consegna in agosto costava 113,08 dollari. Il prezzo è aumentato di 62
centesimi. Inoltre, il prezzo è all'incirca sei dollari superiore a quello della prima
settimana di giugno. Il prezzo della qualità West Texas Intermediate (WTI) USA, è
altrettanto aumentato.  Un barile costava 107,46 dollari. Erano circa 55 centesimi in più.
 
 

Un controllo regolare della cisterna è sempre importante. Ordini per tempo questo importante servizio. Per forniture urgenti (sono possibili dei supplementi) si metta in contatto con noi al numero 0844 000 000.

Per ottenere un’offerta per olio combustibile oppure per diesel, clicchi il seguente link:

Olio combustibile - Offerta / Ordinazione

Diesel - Offerta / Ordinazione

1 USD = CHF 0.9002
Situazione: 16.06.2014, prossimo aggiornamento: 17.06.2014

Le notizie di mercato si riferiscono allo sviluppo dei prezzi del petrolio. Il petrolio degli Stati Uniti è considerato un prodotto di riferimento a livello mondiale; L’andamento di questo prodotto domina di norma anche i prezzi dell’olio combustibile, del diesel e della benzina. L’andamento effettivo del prezzo in Svizzera tuttavia, può variare a causa di numerosi fattori concomitanti come i costi del trasporto, il trasporto via Reno non sempre disponibile e la quotazione del dollaro.

Copyright © 2017 Migrol SA