News di mercato sul prezzo del petrolio: archivio

Prezzi del petrolio influenzati dal conflitto in Iraq

17.06.2014
I prezzi sono aumentati drasticamente negli ultimi giorni. I prezzi
del petrolio erano saliti sul livello più alto da nove mesi.
Il conflitto tra l'esercito iracheno e il gruppo terrorista sunnita Isis
spinge i prezzi del petrolio verso l'alto. L'avanzare del gruppo è stato
fermato per il momento, e gli Stati Uniti prendono in considerazione un aiuto dei
militari. E’ possibile che i prezzi continueranno a scendere, a condizione che la
situazione in Iraq non cambia di nuovo a favore di "Isis".
Secondo gli esperti, se le truppe avanzano verso Baghdad, il prezzo potrebbe
salire di nuovo.
 
Nei primi scambi il costo di un barile (159 litri) di North Sea Brent per
la consegna nel mese di agosto era 112,54 dollari. Erano 40 centesimi in meno
rispetto al giorno precedente. Il prezzo per un barile di petrolio statunitense
WTI con consegna a luglio è sceso di 35 centesimi a 106,55 dollari.
 

Consigliamo un regolare controllo della cisterna specialmente in questa stagione. Ordini per tempo questo importante servizio. Per forniture urgenti (sono possibili dei supplementi) si metta in contatto con noi al numero 0844 000 000.

Per visualizzare il prezzo attuale dell'olio combustibile tramite un'offerta online, la invitiamo a cliccare il seguente link:

Olio combustibile-Offerta / Ordine

1 USD = CHF 0.8968
Situazione: 17.06.2014, prossimo aggiornamento: 18.06.2014

Le notizie di mercato si riferiscono allo sviluppo dei prezzi del petrolio. Il petrolio degli Stati Uniti è considerato un prodotto di riferimento a livello mondiale; lo sviluppo del prezzo di questo prodotto di solito determina anche i prezzi dell’olio combustibile e dei carburanti. L’andamento effettivo del prezzo in Svizzera tuttavia, può variare a causa di numerosi fattori concomitanti come i costi del trasporto, il trasporto via Reno non sempre disponibile e la quotazione del dollaro.

Copyright © 2017 Migrol SA