News di mercato sul prezzo del petrolio: archivio

Prezzi del petrolio nuovamente in discesa

24.02.2015

Martedì i prezzi del petrolio sono scesi leggermente.
Il giorno scorso sono stati registrati forti perdite. Un barile di
petrolio (159 litri) di North Sea Brent per la consegna in
aprile costava questa mattina 58,84 dollari. Erano sei centesimi
in meno rispetto lunedì. Il prezzo di un barile di USA West Texas
Intermediate (WTI) è sceso di 26 centesimi a 49,16 dollari.

La ragione delle perdite nel commercio e l'eccedenza d'offerta di petrolio
sul mercato mondiale. Le scorte degli Stati Uniti sono ancora su un livello
record. Inoltre, i membri dell'Organizzazione dei paesi esportatori di petrolio
(OPEC), tuttora non hanno ridotto la loro produzione di petrolio.

Di conseguenza, alcuni analisti non si aspettano che i prezzi del petrolio
torneranno a un livello elevato nel prossimo futuro.
Nell'estate del 2015 un barile di petrolio Brent costava quasi 115 dollari.
Il veloce declino del prezzo del petrolio causato dall'alta offerta, e allo stesso
tempo della minore domanda. Secondo l'International Energy Agency (IEA)
quotidianamente sono prodotti circa 1,5 a due milioni di barili di petrolio
in più, come richiesto dal mercato. In Cina, il più grande importatore mondiale
di petrolio, diminuisce la richiesta dovuto alla congiuntura.

Nei campi degli Stati Uniti, l'aumento delle riserve di petrolio è visibile.
Nella settimana aumentano le scorte a oltre sette milioni di barili, secondo
gli esperti delle materie prime Carsten Fritsch di Commerzbank, il prezzo 
del WTI potrebbe quindi arrivare a un nuovo minimo inferiore di 45 dollari.
Tuttavia, un'inversione di marcia a causa di tagli agli investimenti è prevista.
Negli Stati Uniti, il numero di pozzi di petrolio attivi è stato ridotto.
Di conseguenza, ad esempio una riduzione della produzione di petrolio e,
infine, le riserve di petrolio, si farebbero sentire nel secondo semestre.

Asoka Wöhrmann della Deutsche Asset & Wealth Management prevede un calo degli
investimenti per la produzione di olio di scisto di circa il 40 per cento.
Dall'inizio del nuovo anno, tali messaggi delle compagnie petrolifere e lo 
smantellamento delle piattaforme petrolifere negli Stati Uniti si accumulano.
Wöhrmann si aspetta un continuo turbolento primo trimestre in cui il prezzo del
WTI potrebbe cadere al di sotto di 40 dollari - in seguito potrebbe recuperare
fino a 65 dollari.

 

 

 

Un controllo regolare della cisterna è sempre importante. Ordini per tempo questo importante servizio. Per forniture urgenti (sono possibili dei supplementi) si metta in contatto con noi al numero 0844 000 000.

Per ottenere un’offerta per olio combustibile oppure per diesel, clicchi il seguente link:

Olio combustibile - Offerta / Ordinazione

Diesel - Offerta / Ordinazione

1 USD = CHF 0.9513
Situazione: 24.02.2015, prossimo aggiornamento: 25.02.2015

Le notizie di mercato si riferiscono allo sviluppo dei prezzi del petrolio. Il petrolio degli Stati Uniti è considerato un prodotto di riferimento a livello mondiale; L’andamento di questo prodotto domina di norma anche i prezzi dell’olio combustibile, del diesel e della benzina. L’andamento effettivo del prezzo in Svizzera tuttavia, può variare a causa di numerosi fattori concomitanti come i costi del trasporto, il trasporto via Reno non sempre disponibile e la quotazione del dollaro.

Copyright © 2017 Migrol SA