Risanamento del riscaldamento, Sostituzione del riscaldamento,

Intervista sul tema riscaldamento a pellet Con l’esperto di riscaldamento di Swisstherm 

Nell’intervista con l’esperto di riscaldamento della nostra filiale tecnologica e partner per l’esecuzione Swisstherm, il sig. Eugen Christen, trova importanti informazioni sul tema riscaldamento a pellet.

Un riscaldamento a pellet è un impianto di riscaldamento a emissioni zero di CO2, che attinge le sue risorse dal legno locale. I pellet sono un combustibile economico con un elevato grado di rendimento. Con un riscaldamento a pellet salvaguardate l’ambiente e sostenete inoltre il valore aggiunto regionale. Per illustrare nel dettaglio il tema, abbiamo parlato con il nostro esperto di riscaldamento della nostra filiale tecnologica e partner per l’esecuzione Swisstherm SA, il sig. Eugen Christen, dei vantaggi di un riscaldamento a pellet, dei costi di acquisto, dello spazio necessario, ecc.

Qual è il grande vantaggio dei riscaldamenti a pellet? Quali generatori di calore esistono?

Il vantaggio del riscaldamento a pellet è costituito dal fatto, che la casa può essere completamente riscaldata con energia rinnovabile (materia prima locale). Ciò comprende anche la produzione di acqua calda. I riscaldamenti a pellet oggi hanno un bilancio ecologico eccellente e un consumo energetico molto basso. Inoltre, gli impianti più moderni possono essere dotati di un filtro antiparticolato per ridurre al minimo anche le emissioni di polveri fini.

A quanto ammontano i costi di acquisto e di manutenzione?

I costi di installazione di un riscaldamento a pellet sono circa gli stessi di una pompa di calore aria-acqua.

Quanto spazio è necessario per installare un riscaldamento a pellet con deposito?

Dato che la cisterna di olio combustibile deve essere smontata, questo spazio è generalmente sufficiente per installare un serbatoio di pellet. Il potere calorifico di una tonnellata di pellet corrisponde al potere calorifico di 500 litri di olio combustibile, quindi anche la scorta potrebbe richiedere il doppio del volume, per affrontare l’inverno senza pensieri. 1 tonnellata di pellet corrisponde a circa 1,5 m3 di volume di stoccaggio.

Il riscaldamento a pellet è incentivato?

Sì, anche in questo caso vi sono diversi programmi di incentivazione a sostegno dei committenti.

Il riscaldamento a pellet è ecologico? Se sì, perché?

I riscaldamenti a pellet odierni sono molto ecologici. Soprattutto perché si riscalda la casa con una materia prima rinnovabile. Il legno continua a crescere e l’agricoltura rigenerativa non viene mai raccolta più di quanto non cresca nello stesso periodo di tempo.

I pellet sono ecologici?

Sì, molto. Per produrre pellet non si devono tagliare alberi. I pellet sono prodotti da trucioli di legno derivanti, in abbondanza, dagli scarti della lavorazione del legno. In futuro il legno utilizzato per produrre energia, coltivato in modo sostenibile, costituirà anch’esso una materia prima base.

I pellet sono CO2 neutri?

La combustione di pellet è a emissioni zero di CO2. Questo significa che viene emessa solo tanta CO2 quanta il legno ne ha assorbita durante la sua crescita. Per questo riscaldare con i pellet significa dare un grande contributo per un clima migliore.

Quanto costa convertire una cisterna di olio combustibile in un deposito di pellet?

Come già detto, le spese di investimento sono le stesse dell’installazione di una pompa di calore aria-acqua. In totale i costi ammontano a ca. CHF 40'000.–.

Il riscaldamento a pellet genera residui nocivi?

Si forma della cenere che si può smaltire nei rifiuti domestici. Il contenitore della cenere di un riscaldamento centrale a pellet deve essere svuotato da due a quattro volte l’anno, in base al consumo di combustibile. Ma non tutti gli impianti di incenerimento dei rifiuti accettano quantità di cenere particolarmente grandi. In questo caso ci si deve rivolgere a uno smaltimento delle ceneri di impianti di combustione a legna professionale.

Il riscaldamento a pellet si può combinare con un altro impianto? Se sì, con quale? Perché?

Noi consigliamo l’installazione di un impianto fotovoltaico in combinazione con un boiler a pompa di calore. Questa sarebbe una combinazione economica.

Quanto dura la vita utile di un riscaldamento a pellet?

La durata di vita di un riscaldamento a pellet è di circa 20 - 25 anni.

Quanto è sicuro un riscaldamento a pellet?

I riscaldamenti a pellet sono estremamente affidabili. Vi sono però delle norme antincendio che bisogna rispettare. Ad esempio il serbatoio di pellet non può essere affiancato alla caldaia se non vi è una parete di protezione antincendio.

La fornitura di pellet è garantita nel lungo termine? Danneggio i boschi?

La fornitura di pellet nel lungo termine è garantita in ogni caso. Il legno continua a crescere. I sottoprodotti delle segherie coprono da soli il fabbisogno consumato in Svizzera. In casi eccezionali si può anche importare dal vicino estero.

Serie di interviste: parte 4

Se ha domande o è interessato al risanamento dell’impianto di riscaldamento a pellet, non esiti a contattarci:

Luca Broch e il suo team

Servizio clienti e soluzioni energetiche
Migrol SA
Badenerstrasse 569
8048 Zurigo
energie@migrol.ch

I post più popolari Anche questi temi potrebbero interessarle