Specifiche olio combustibile

La seguente tabella fornisce informazioni sulle caratteristiche delle diverse qualità di olio combustibile della Migrol rispetto alla norma svizzera. Si informi dettagliatamente su densità, punto d'intorbidamento, potere combustibile, capacità di stoccaggio, resistenza al freddo o filtrabilità.

 
Caratteristica Unità Valori tipici di MIGROL extra leggero ** Norma CH per olio combustibile extra leggero Valori tipici di MIGROL ECO PLUS® (povero di zolfo)** Norma CH per olio combustibile Eco povero di zolfo Valori tipici di MIGROL GREENLIFE® (privo di zolfo)**
Densità 1) kg/m3 min.
max.
820
860
820
860
820
860
820
860
800
845
Punto d’intorbidamento 2) °C max. +3 +3 +3 +3 -10
Limite di filtrabilità 3) °C max. -10 bis -12 -10 bis -12 -10 bis -12 -10 bis -12 -20
Contenuto di azoto4) mg/kg max. - non limitato 33 100 33
Residuo carbonioso 5) % max. 0.01 0.05 0.01 0.05 0.01
Durata di stoccaggio minima nel serbatoio del cliente (valori empirici) 6) Anni max. 2   3   5
Potere combustibile 7) MJ/kg min. 45.7 45.4 45.8 45.4 45.9
Contenuto di zolfo 8) mg/kg max. 830 1000 38 50 8.5
Ambito d'impiego          
Bruciatori tradizionali    
Bruciatore Low NOx inferiore a 50kW*    
Bruciatore Low NOx superiore a 50kW*    
Caldaia a condensazione/Tecnologia a condensazione    
Bruciatore a tazza    
Impianto di riscaldamento esposto al freddo    
Serbatoio esterno stoccato a temperature inferiori a -2°C    

 

* Verificare le indicazioni del produttore del bruciatore
** Migrol garantisce sempre la norma svizzera. I valori tipici della merce consegnata possono essere nettamente inferiori.

adatto
non adatto
adatto limitatamente

 

1) Densità: peso del prodotto a 15 °C. La combustione è tanto più stabile quanto più è limitata la banda dʼoscillazione.

2) Punto d’intorbidamento: indica la temperatura a partire dalla quale la paraffina comincia a cristallizzarsi. Più questo valore è basso, meglio è. Quando la temperatura si riduce notevolmente, l’aumento della secrezione di paraffina comporta un ispessimento del prodotto che può causare un’ostruzione dei filtri e delle bocchette.

3) Limite di filtrabilità: rileva a quali temperature le particelle di paraffina intasano un filtro standard. Più il valore è basso, meglio è. Questo parametro va tenuto in considerazione specialmente quando il serbatoio è collocato all’esterno, in un locale non riscaldato o nel terreno.

4) Contenuto di azoto: indica il contenuto di azoto nell’olio combustibile. Durante il processo di combustione si producono parti di azoto nel olio combustibile. Quanto più basso è il contenuto di azoto, tanto più ridotte sono le emissioni di NOx.

5) Residuo carbonioso: indica il rapporto di peso in percentuale tra una quantità testata di olio combustibile e il suo residuo che, in seguito al riscaldamento e all’evaporazione, rimane in assenza di aria. Quanto più basso è questo valore, tanto più basso è il rischio che il bruciatore si guasti.

6) Capacità di stoccaggio: stabilisce la durata minima di stoccaggio dell’olio combustibile nel serbatoio del cliente, durante la quale il prodotto non subisce alcuna alterazione ed è garantito il buon funzionamento dell’impianto.

7) Potere combustibile: è la misura dell’energia termica da combustione completa. Più questo valore è alto, meglio è.

8) Contenuto di zolfo: indica il contenuto di zolfo nell’olio combustibile. Quanto più basso è questo valore, tanto più bassi sono il rischio di corrosione del sistema di riscaldamento e le emissioni di diossido di zolfo.


Offerta olio combustibile
Copyright © 2018 Migrol SA