Informazioni di mercato  I prezzi rimangono volatili

Gli operatori di mercato sono alla ricerca di una guida. Finora è stato abbastanza chiaro: una stretta sull'offerta di petrolio e le sanzioni contro la Russia spingeranno i prezzi ancora più in alto.
L'inversione di tendenza dei tassi di interesse, soprattutto negli Stati Uniti, porta con sé timori di recessione. Qualsiasi nuova notizia sull'inflazione potrebbe essere accolta con un aumento dei tassi di interesse, che a sua volta si traduce in una minore crescita e quindi in una minore domanda di petrolio. Anche le aspettative sulla domanda globale di petrolio sono migliorate: mentre all'inizio dell'anno gli analisti si aspettavano ancora una crescita del 3-4%, l'Agenzia Internazionale dell'Energia prevede ora una crescita inferiore al 2%. Gli ultimi dati sulle scorte degli Stati Uniti, che hanno mostrato un aumento sorprendentemente forte delle scorte di greggio, si inseriscono in questo quadro. Finora, le sanzioni petrolifere dell'UE non sono state in grado di influenzare il volume delle esportazioni di petrolio russo, che viene ora venduto al resto del mondo. I prezzi sono sostenuti dal fatto che la domanda di petrolio cinese è di nuovo in aumento, dato che le restrizioni in Cina sono state nuovamente revocate. Inoltre, le richieste iniziali di disoccupazione negli Stati Uniti sono leggermente diminuite.

1 USD = 0.9624

Aggiornamento: 24.6.2022, Prossimo aggiornamento: 27.6.2022

Le news di mercato si occupano dell’andamento delle quotazioni internazionali del petrolio greggio e dei prodotti petroliferi. L’andamento effettivo dei prezzi in Svizzera può variare anche a causa di altri fattori, come i costi di trasporto, il trasporto fluviale sul Reno o il tasso di cambio del dollaro. Le news di mercato si occupano dell’andamento delle quotazioni internazionali del petrolio greggio e dei prodotti petroliferi.