Incentivi, CECE, Consulenza energetica

Incentivi giungla legislativa o aumentodell’efficienza energetica?

La Strategia energetica 2050 e la nuova legge federale sull’energia, accettata con la votazione popolare del 2017, presentano un aspetto particolarmente interessante per i proprietari immobiliari: la possibilità di richiedere incentivi. 

A causa delle numerose possibilità e dei diversi interventi ed enti di controllo coinvolti, per i non addetti ai lavori la situazione risulta piuttosto confusa. Di seguito cercheremo di fare chiarezza in questa giungla legislativa.

A livello federale: la strategia si basa su tre pilastri

La Strategia energetica 2050 e la nuova Legge federale sull’energia prevedono tre direzioni centrali in cui le leve possono essere azionate a livello nazionale. Come dice il nome stesso, si tratta di obiettivi strategici e non di un’attuazione concreta. 

1. Misure volte a incrementare l'efficienza energetica

  • Nel settore degli edificibei der Mobilität
  • Nel settore dei trasporti
  • Nel settore dell’industria
  • Nel settore degli apparecchi elettrici

2. Misure volte a potenziare le energie rinnovabili mediante

  • una strategia di incentivi
  • il miglioramento delle condizioni quadro giuridiche

3. Abbandono dell’energia nucleare

  • Sospendendo il rilascio di nuove autorizzazioni di massima
  • Con un abbandono graduale con sicurezza come priorità assoluta

A livello cantonale: Programma Edifici per incrementare l’efficienza energetica

La Confederazione ha delegato ai Cantoni l’attuazione degli orientamenti strategici. Particolarmente interessante per i proprietari di immobili è il modello d’incentivazione avviato dalla Confederazione e sviluppato e coordinato dai Cantoni che permette di approfittare delle seguenti condizioni:

1. La destinazione parzialmente vincolata della tassa sul CO2 per il risanamento energetico degli edifici:

  • Aumento delle risorse massime disponibili dagli attuali 300 a 450 milioni di franchi all’anno (ossia un terzo dei proventi della tassa)
  • Aumento della tassa sul CO2 in caso di mancato raggiungimento degli obiettivi intermedi (oggi 96 franchi per tonnellata di CO2), come da legislazione vigente

2. Modifiche al Programma Edifici esistente

  • Versamento sotto forma di contributi globali, insieme a nuovi vincoli per i Cantoni

3. Creazione di nuovi incentivi fiscali aumentando gli incentivi per opere di risanamento energetico degli edifici

  • Possibilità di detrarre i costi di investimento per misure energetiche anche nei due periodi fiscali successivi
  • Possibilità di detrarre i costi di demolizione sostenuti in vista della costruzione di un nuovo edificio sostitutivo

Le misure concrete: Modello d’incentivazione dei Cantoni

Il modello d’incentivazione armonizzato dei Cantoni prevede il sostegno di 15 misure concrete in 6 settori. I Cantoni stabiliscono individualmente quali interventi sostenere a quali condizioni. 

1. Interventi singoli

  • Isolamento termico dell'edificio
  • Installazione di una pompa di calore
  • Installazione di collettori solari
  • Installazione di un sistema di aerazione controllata delle abitazioni
  • Installazione di un riscaldamento a legna
  • Collegamento a una rete di riscaldamento

2. Risanamento in fasi

  • Miglioramento della classe di efficienza CECE
  • Riduzione del fabbisogno di riscaldamento e dell’energia per il riscaldamento

3. Risanamento completo unico (non a fasi)

  • Risanamento completo con certificato Minergie
  • Risanamento completo con CECE
  • Bonus per il risanamento completo

4. Nuove costruzioni/ costruzioni sostitutive

  • Nuove costruzioni/ costruzioni sostitutive Minergie P e CECE A/A

5. Progetti relativi alla rete di riscaldamento

  • Nuova costruzione/ampliamento della rete di riscaldamento o dell’impianto di produzione di calore

6. Interventi indiretti

  • Analisi e consulenza
  • Interventi per la garanzia della qualità

Come devono comportarsi i proprietari di immobili?

Ora la confusione è stata chiarita, ma l’argomento resta comunque complesso. Occorre quindi capire come i proprietari possano ottenere nel modo più semplice possibile gli incentivi a cui hanno diritto.

È possibile procedere in due modi:

Richiedere il CECE

Con il CECE, il proprietario di un immobile riceve una valutazione oggettiva dello stato energetico e dell'efficienza energetica del suo edificio. L’edificio viene classificato nelle ormai note classi di efficienza energetica: dalla A (molto efficiente dal punto di vista energetico) alla G (poco efficiente dal punto di vista energetico).

I chiari vantaggi del CECE:

  • Il CECE è uniforme in tutta la Svizzera e permette così di confrontare gli edifici in modo oggettivo in tutto il paese.
  • Con il CECE è possibile creare le basi per ottenere incentivi o mutui ipotecari agevolati.
  • Il CECE offre la possibilità di decidere dell’acquisto o della locazione basandosi su dati trasparenti sui costi energetici previsti e sul comfort termico abitativo.

Il CECE, rilasciato solo da esperti certificati, è disponibile in tre versioni:

  • CECE: la certificazione di base comprende l’etichetta energetica ufficiale indicante lo stato attuale dell’edificio.
  • CECE Plus: oltre all'etichetta energetica, il CECE Plus presenta tre varianti di modernizzazione energetica di ogni edificio.
  • CECE per nuovi edifici: definisce valori mirati per l’efficienza energetica sulla base dei valori di pianificazione. Ciò ha un effetto positivo sul funzionamento e l’utilizzo del nuovo edificio.

Consulenza e assistenza indipendente

Data la vastità e la complessità della materia, si consiglia di ricorrere alle competenze e al know-how di esperti. Richiedendo una consulenza energetica indipendente già prima della pianificazione del risanamento o di un nuovo edificio, è possibile approfittare in modo ottimale di tutte le possibili opzioni. Questo significa sfruttare tutti i possibili incentivi, rispettare le scadenze e stabilire e discutere tempestivamente possibili aspetti alternativi o varianti.

La strada da seguire è e rimane una decisione individuale del singolo proprietario. Tuttavia una cosa è certa: conviene affidarsi a un esperto se si vuole beneficiare al meglio degli incentivi disponibili.

In caso di domande sugli incentivi, non esiti a contattarci:

Luca Broch e il suo team

Servizio clienti e soluzioni energetiche
Migrol SA
Badenerstrasse 569
8048 Zurigo
energie@migrol.ch

I post più popolari Anche questi temi potrebbero interessarle