Mobilità elettrica, Energia rinnovabile

Una stazione di ricarica propria in una proprietà per piani aspetti giuridici e procedimento

Ha acquistato una nuova auto: un veicolo elettrico ecologico. È perfetta per andare al lavoro, fare acquisti o per delle gite. Il modo ottimale per ricaricarla è farlo durante la notte al proprio posto auto. Serve una stazione di ricarica – ma è possibile installarla in una proprietà per piani? Sì, e in questo articolo le spieghiamo come.

Un appartamento in una proprietà per piani è soggetto a un diritto esclusivo. Ciò significa che il proprietario ha il diritto di utilizzare senza limitazioni i suoi spazi chiusi. In particolare, può sistemarli e modificarli secondo le proprie esigenze. Ma per i posteggi o i posti auto nei garage sotterranei la situazione è diversa. In qualità di proprietario per piani ha un diritto d'uso, ma non può eseguire lavori di costruzione arbitrariamente.

È la comunione di comproprietari a decidere sulla stazione di ricarica.

Ciononostante il progetto della stazione di ricarica può essere realizzato. Il posto auto o il garage sotterraneo sono considerati di proprietà collettiva, questo significa che è necessario avere il consenso degli altri comproprietari. La relativa richiesta deve essere presentata all'amministrazione affinché venga inserita all'ordine del giorno della prossima assemblea dei proprietari.

L'installazione di una stazione di ricarica è un lavoro di costruzione che può essere classificato in tre categorie:

  • Lavori di costruzione necessari
  • Lavori di costruzione utili
  • Lavori di costruzione di lusso

Il tipo di maggioranza di voto necessaria per la decisione dipende dalla categoria in cui è classificato il lavoro di costruzione. Solitamente l'installazione di una stazione di ricarica può essere considerata un lavoro di costruzione utile.

Per un lavoro di costruzione utile serve la maggioranza qualificata della comunione di comproprietari (CCP). In concreto questo significa che non è richiesta solo la maggioranza dei comproprietari, ma anche quella delle quote.

Una volta ottenuta l'autorizzazione, l'amministrazione della proprietà per piani si occupa di verificare se ci sono altri comproprietari interessati a una stazione di ricarica. A seconda delle esigenze è possibile decidere se realizzare una soluzione per un posteggio singolo o per l'intero garage. Questa decisione è particolarmente rilevante per chiarire la ripartizione dei costi: le spese di pianificazione, installazione, manutenzione ecc. possono essere a carico dei singoli richiedenti o della comunione di comproprietari.

La CCP dovrebbe definire nel regolamento d'uso la partecipazione ai costi e i rapporti di proprietà (per es. in caso di trasferimento). Le consigliamo di assicurarsi che tutti gli accordi vengano verbalizzati nel modo più chiaro e preciso possibile. In questo modo si possono evitare contrasti o ambiguità in un secondo momento.

Un'eccezione è rappresentata dai box auto chiusi. Se questi sono assoggettati al diritto esclusivo, i proprietari per piani possono installarvi senza problemi una stazione di ricarica. In questo caso non è necessaria l'approvazione della CCP.

Lavori alla struttura di base o per l'installazione completa di un'infrastruttura di ricarica

Si distinguono interventi su 2 livelli: lavori alla struttura di base o installazione completa. I lavori alla struttura di base sono il primo passo. In questo caso tutti gli allacciamenti e le condutture necessari fino al posto auto sono a carico della CCP. L'acquisto e l'installazione della stazione di ricarica vengono finanziati dal rispettivo comproprietario. L'installazione completa prevede l'installazione dell'intera infrastruttura elettrica, stazione di ricarica inclusa.

Sia nel caso di lavori alla struttura di base, che nel caso di lavori per un'installazione completa, si consiglia di prevedere un sistema di gestione del carico. Questo sistema assicura che la ricarica contemporanea di più veicoli non sovraccarichi la connessione alla rete dell'edificio e gestisce in modo ottimale le ricariche. Quante più sono le stazioni di ricarica installate, tanto più importante è disporre di un sistema di gestione del carico.

Un approccio pianificato e trasparente

Installare una stazione di ricarica propria in una proprietà per piani è possibile, ma non ci si può muovere da soli: è necessario comunicare i propri piani in modo trasparente agli altri comproprietari. Per prepararsi ancora meglio, può rivolgersi a un esperto di mobilità elettrica. Dopo aver effettuato un sopralluogo, potrà fornirle informazioni utili per capire se la realizzazione del progetto è possibile e come realizzarlo al meglio. Inoltre le valutazioni di uno specialista sono utili per aiutare i comproprietari a prendere una decisione. Inoltre le valutazioni di uno specialista sono utili per aiutare i comproprietari a prendere una decisione. La Migrol la supporta nella pianificazione e nella realizzazione ed è al suo fianco in caso di domande:

E-Mobility Services

Migrol AG
Badenerstrasse 569
8048 Zürich

e-mobilitaet@migrol.ch
Tel.: 044 495 16 16

Commenti

Non ci sono ancora commenti.

I post più popolari Anche questi temi potrebbero interessarle