Mobilità elettrica, Energia rinnovabile

Stazioni di ricarica per auto elettriche una panoramica

Oggi chi acquista un’auto elettrica può scegliere tra molti diversi modelli e configurazioni. Un fattore decisivo è la potenza di ricarica dell’auto presso i punti di ricarica pubblici. Abbiamo creato una piccola guida per aiutarla nell’acquisto di un’auto elettrica e per spiegarle come funziona la ricarica.

In Svizzera, l’infrastruttura di ricarica per le auto elettriche è in costante espansione da diversi anni. Secondo Statista nel 2020 in tutta la Svizzera c’erano già oltre 7’000 stazioni di ricarica pubbliche, di cui oltre 500 erano stazioni di ricarica veloce che permettono di ricaricare di oltre l’80% la batteria di un’auto elettrica media in meno di un’ora. Delle restanti stazioni di ricarica, circa la metà ha una potenza di almeno 22 chilowatt (kW)

Corrente continua vs. corrente alternata

La principale differenza tra le stazioni di ricarica è che permettono di ricaricare la batteria con corrente continua (DC) oppure con corrente alternata (AC).

Durante la ricarica con corrente alternata, è possibile ricaricare la batteria con potenze da 3,7 a 43 kW. L’uso della stazione di ricarica AC è quindi ideale quando l’auto è parcheggiata per lunghi periodi e l’alta velocità di ricarica non è una priorità. La quantità di energia erogata dalla stazione di ricarica e che arriva alla batteria non dipende solo dal tipo di stazione, ma anche dal caricatore dell’auto elettrica. Per ricaricare le batterie la corrente alternata deve essere convertita in corrente continua: le batterie, infatti, sono sistemi a corrente continua.

Se si vuole ottenere la massima velocità di ricarica, occorre ricaricare direttamente con corrente continua. Tuttavia, questo richiede l’uso di un raddrizzatore che converte la corrente di rete da alternata a continua e la immette direttamente nella batteria, bypassando il caricabatterie installato nell’auto.

Questo raddrizzatore rende le stazioni di ricarica in corrente continua molto più costose e presuppone una potenza della rete elettrica maggiore rispetto alla potenza necessaria per le stazioni di ricarica in corrente alternata. In compenso è possibile ricaricare la batteria con una potenza da 50 a 350 kW, di conseguenza la ricarica in corrente continua è ideale se non si vogliono fare lunghe pause.

Connettori

Oltre alle diverse stazioni di ricarica, esistono anche diversi tipi di connettori. Sulle stazioni di ricarica in corrente alternata è installato di serie un connettore di tipo 2. Sull’auto, invece, può essere installato un connettore di tipo 1 oppure di tipo 2.

Sulle stazioni di ricarica in corrente continua con potenze molto elevate, invece, è sempre integrato un cavo in modo fisso. Per collegare l’auto, i produttori utilizzano diversi tipi di connettori (CCS, CHAdeMo, Tesla Supercharger).

Offerta di ricarica Migrol

Anche la Migrol nella sua rete Migrol Fast Charging offre stazioni di ricarica per auto elettriche in due diverse versioni. Entrambe la porteranno a destinazione senza lunghe pause durante il suo prossimo viaggio:

  • M-Charge Classic sono stazioni di ricarica in corrente continua o stazioni di ricarica veloce con connettori CCS oppure CHAdeMO e due opzioni di ricarica in parallelo con una potenza massima di 120 kW per auto.
  • M-Charge Premium sono stazioni di ricarica in corrente continua o stazioni di ricarica veloce con connettore CCS con una potenza di ricarica di 160 kW.

Per utilizzare la nostra offerta di ricarica, i conducenti delle Tesla hanno bisogno di un adattatore Tesla CCS oppure CHAdeMO.

Non si preoccupi della ricarica

Le basta ricordare che la ricarica in corrente alternata è adatta per le pause più lunghe, mentre quella in corrente continua è adatta per le pause più brevi.
Con le auto elettriche non è quindi possibile sbagliarsi a ricaricare, anche perché le moderne auto elettriche limitano l’assorbimento di corrente per proteggere la batteria da eventuali danni. Di conseguenza la regola generale è: se il connettore è adatto, l’auto si può ricaricare.

È anche importante ricordare che la velocità di ricarica del veicolo elettrico non dipende dalla stazione di ricarica, ma dal sistema di gestione della batteria installato e dallo stato della batteria.

Commenti

Non ci sono ancora commenti.

I post più popolari Anche questi temi potrebbero interessarle