Olio combustibile, Calore

I consigli dei portafortuna per controllo e pulizia

In questo articolo trova raccomandazioni per il controllo e la pulizia di aggregati di combustione alimentati con combustibili liquidi, gassosi e solidi.

Principi di base

Durante la combustione per generare calore si formano dei residui anche in aggregati e impianti regolati in modo ottimale. Questi residui possono provocare malfunzionamenti, pericolo di incendi, aumento delle emissioni nocive e delle spese energetiche e di manutenzione. Di conseguenza gli aggregati di combustione alimentati con combustibili liquidi, gassosi e solidi (per es. riscaldamenti, caminetti, stufe in ceramica, stufe svedesi, caldaie a pressione, forni per la pizza, fornelli da cucina ecc.) e i loro impianti dei gas di scarico devono essere controllati con regolarità e, se necessario, puliti dallo spazzacamino.

Frequenza della publizia
Il produttore di regola raccomanda la pulizia periodica. È lo spazzacamino a occuparsi di questa pulizia fino a una prima valutazione. I valori empirici momentanei indicano gli intervalli di pulizia da eseguire su impianti di piccole dimensioni secondo la seguente tabella. Nella pratica questi intervalli di pulizia possono differire, perché dipendono anche da fattori come potenza, durata d’impiego, ore di funzionamento, cura e manutenzione dell’impianto. Lo spazzacamino, grazie alla sua solida formazione professionale, stabilisce intervalli di pulizia e controlli individuali con il proprietario dell’abitazione o con l’utente dell’aggregato di combustione.

Tutti gli interventi di pulizia e di controllo devono essere eseguiti secondo le indicazioni del produttore.

Intervalli per impianti di piccole dimensioni
   Olio Gas Legna
  automatico carica manuale
Controllo 1 volta all'anno 1 volta all'anno 1 volta all'anno 1 volta all'anno
Pulizia 1 volta all'anno Almeno ogni 2 anni 1-2 volte all'anno 1-2 volte all'anno
  • Se durante il controllo si rileva che è necessaria una pulizia, sarà effettuata il giorno stesso. Il regolamento G205 della SSIGA stabilisce le basi per effettuare i lavori agli impianti a gas.
  • Prima e dopo la pulizia dei componenti di un impianto di riscaldamento a olio e a gas, lo spazzacamino esegue una misurazione di controllo.
  • I contratti di manutenzione e di servizio degli impianti non sostituiscono i controlli e la pulizia regolari eseguiti dallo spazzacamino.
  • In caso di nuovi impianti, cambio di proprietari o di utenza, per garantire la sicurezza di funzionamento degli impianti e la protezione dell’ambiente, lo spazzacamino esegue un controllo iniziale dopo un anno e stabilisce gli intervalli di pulizia in base al grado di sporcizia.

Variazioni

Il grado di sporcizia influisce sulla periodicità degli interventi. Se il cliente cambia il suo modo di utilizzare l’impianto, dovrà informare anche lo spazzacamino che, al controllo successivo, ristabilirà assieme al proprietario o all’utente i nuovi intervalli di controllo e di pulizia. I motivi per un aumento o per una diminuzione degli intervalli di controllo e di pulizia sono elencati nella seguente tabella (non esaustiva). Se durante il primo controllo lo spazzacamino rileva un problema tecnico, informerà immediatamente il produttore. In caso di utilizzo errato, invece, informerà il gestore dell’impianto.

L’utente dell’impianto è responsabile di danni a persone o a cose dovuti all’inosservanza degli intervalli di pulizia consigliati dallo spazzacamino.

Motivi per le variazioni
Aumento Diminuzione
  • Si sono verificati anomalie o difetti tecnici
  • Messa in funzione non appropriata degli aggregati di combustione (per es. qualità del combustibile)
  • Utilizzo intenso
  • Integrazione degli aggregati di combustione in sistemi bivalenti
  • Uso degli aggregati di combustione come riscaldamento aggiuntivo oppure scarso utilizzo
  • Impiego di un combustibile di elevata qualità

Lista di controllo

La seguente tabella elenca i principali componenti dell’aggregato di combustione che devono essere controllati. Se durante il controllo si accerta un elevato grado di sporcizia che influisce negativamente sulla sicurezza di funzionamento, la sicurezza delle persone oppure sulla protezione dell’ambiente, occorre eseguire la pulizia periodica dell’impianto.

La regola generale è: eseguire il controllo, se necessario anche la pulizia.

Componenti da controllare
  Olio Gas Legna

Misurazione d’ingresso dei gas di scarico (non è una misurazione ufficiale.
Serve per la garanzia della qualità.)

Ja Ja  
Impianto dei gas di scarico Ja Ja Ja
Camera di combustione Ja Ja Ja
Scambiatore di calore Ja Ja Ja
Scambiatore di calore per gas di scarico Ja Ja Ja
Vie e tubazione di collegamento Ja Ja Ja
Scarico condensa/sifone Ja Ja  
Pompa per condensa Ja Ja  
Box di neutralizzazione/granulato (valore pH) Ja Ja  
Controllo della tenuta secondo G1 oppure G205 (SSIGA)   Ja  
Aria di combustione Ja Ja Ja
Livello dell’acqua/pressione dell'acqua (se è necessaria altra acqua, controllare se deve essere demineralizzata) Ja Ja Ja
Controllo del funzionamento Ja Ja Ja
Misurazione di uscita Ja Ja  

 

Sta cercando uno spazzacamino? Nell’elenco di Spazzacamino Svizzero trova gli spazzacamini del suo cantone.

I post più popolari Anche questi temi potrebbero interessarle